Novità in Borgo Santa Caterina I dehors sulla corsia dei bus
Il rendering di uno dei nuovi dehors che saranno posizionati in Borgo Santa Caterina

Novità in Borgo Santa Caterina
I dehors sulla corsia dei bus

I locali nelle sere di sabato e domenica dovranno chiudere all’una. L’amministrazione monitorerà il traffico per scoprire eventuali problemi

Il debutto è pronto. Da corsie preferenziali per autobus a spazi per i dehors della movida: è questa la metamorfosi estiva di pezzi della città, per far fronte alla routine del distanziamento sociale, alle nuove capienze imposte agli interni dei locali dalle misure anti-Covid, dalla necessità di dare ossigeno a quegli operatori economici.

Così, con l’entrata nel vivo dell’estate, giovedì Palazzo Frizzoni ha modificato con decorrenza immediata gli orari degli esercizi posti nelle vicinanze delle corsie preferenziali di autobus: da domenica a giovedì, la chiusura è fissata alle 24; il venerdì e il sabato, le saracinesche potranno restare aperte sino all’una di notte. Per i locali affacciati sulla corsia preferenziale di via Broseta, piccole variazioni specifiche: da lunedì a giovedì, apertura dalle 19 alle 24; il venerdì e il sabato, apertura dalle 19 all’una; la domenica, gli orari vanno dalle 12 alle 24. Gli obiettivi del provvedimento, ha ricordato l’amministrazione comunale in una nota, sono «favorire il distanziamento sociale, evitare la somministrazione di alimenti e bevande in ambienti chiusi, garantire la maggior offerta commerciale possibile nel rispetto delle norme di sicurezza imposte».

Tra le novità più attese – e complesse – c’è la trasformazione di via Santa Caterina, nel Borgo d’oro punteggiato di locali ma anche di attività commerciali, a cui garantire una convivenza a partire da venerdì 3 luglio, data in cui è attesa la posa dei primi dehors; ad aderire dovrebbero essere 13 locali che risalgono il selciato dall’incrocio con piazzale Oberdan sino allo sbocco su via Suardi/Corridoni. Ciascuno dei locali avrà un numero differente di tavoli, da un minimo di 3 a un massimo di 15-20, e dunque tra le 8 e le 40 sedie. La sicurezza sarà garantita da pozzetti in cemento con invaso per le piante e da gabbioni in metallo riempiti da pietrame. Da tenere monitorata la questione viabilità, in particolare legata al carico-scarico dei negozi presenti nella via e all’eventuale «conflitto» tra i camion e la corsia preferenziale ora occupata da tavoli, sedie e arredo urbano: nelle scorse settimane i commercianti si sono confrontati anche con l’amministrazione comunale; la partenza dei dehors da oggi sarà il banco di prova.

Atb intanto ha comunicato alcune variazioni alle linee legate alle chiusure di via Santa Caterina e piazza Pontida: subiscono deviazioni le linee 8, 9 e 10, per cui è istituita una fermata provvisoria in via Palma il Vecchio, e la linea C, che non passeranno da via Santa Caterina ma da via Suardi, via Muraine e via San Giovanni per la linea C1 (con transito da piazza Libertà) e da via Suardi e via Frizzoni per le corse della C2 (con transito da Porta Nuova).


© RIPRODUZIONE RISERVATA