Preso scippatore seriale a Bergamo Colpite donne a Loreto e Colognola

Preso scippatore seriale a Bergamo
Colpite donne a Loreto e Colognola

Era diventato il terrore delle persone anziane e delle donne sole: negli ultimi 20 giorni, in città, infatti, si sono verificati una serie di episodi analoghi.

Le donne erano infatti state scippate da un soggetto che, dopo aver con violenza strappato le borse alle vittime, si era dato alla fuga. In uno dei casi, verificatosi lo scorso fine settimana nel quartiere cittadino di Colognola, la vittima, una signora del 1936, era stata trascinata a terra e per la brutta caduta e di un calcio sferrato dal malvivente per impossessarsi del bottino, era stata trasportata, con ambulanza, presso un Pronto Soccorso cittadino in «codice giallo» ed era stata giudicata guaribile con una prognosi di 20 giorni per trauma all’emitorace e all’anca.

Tutte le vittime hanno dato un’identica descrizione del giovane: un ragazzo di circa 20 anni, magro, che indossava un giubbotto blu con cappuccio. La Sezione «Reati contro il patrimonio» della Squadra Mobile della Questura di Bergamo, che si occupa proprio di questi tipi di reato, quali furti o rapine, ha iniziato a monitorare le vie cittadine alla ricerca del soggetto. La mattina di mercoledì 4 dicembre, un operatore di questa sezione, libero dal servizio, nel quartiere di Monterosso, ha individuato un giovane che corrispondeva perfettamente, per caratteristiche fisiche e abbigliamento, al soggetto in discussione, e ha provveduto a bloccarlo. Il giovane, identificato per un soggetto nato nel 2000 e con precedenti specifici, è stato condotto in Questura.

Inizialmente ha negato tutto. Tuttavia, anche a seguito della perquisizione domiciliare effettuata nell’abitazione, lo stesso, messo alle strette dagli operatori della Squadra Mobile, ha ammesso le proprie responsabilità, collaborando poi per ritrovare una borsa sottratta in una delle donne rapinate. Si tratta della borsa presa a una donna del 1961 a inizio del mese di novembre nel quartiere Loreto. La borsa era nascosta in una folta siepe, che l’autore ha indicato con certezza agli operatori della Squadra Mobile. Gli agenti hanno provveduto a recuperarla e prossimamente consegneranno alla vittima il contenuto della stessa, compresi documenti di identità ed effetti personali.

Il giovane è stato denunciato all’Autorità giudiziaria per più episodi di rapina e lesioni. Sono in corso accertamenti di polizia giudiziaria finalizzati ad appurare se l’uomo sia autore di altri analoghi episodi, magari non denunciati dalle vittime.


© RIPRODUZIONE RISERVATA