Riflettere sull’autismo e progettare l’inclusione. Al via «Due mani in più»: spesa a domicilio con i supermercati «Autism friendly»

Il progetto Molte le iniziative in programma e, per il 2 aprile, Porta San Giacomo in blu. Con Coop Lombardia, al via il progetto «Due mani in più» e supermercati «Autism friendly».

Riflettere sull’autismo e progettare l’inclusione. Al via «Due mani in più»: spesa a domicilio con i supermercati «Autism friendly»
Il 2 aprile è la Giornata mondiale per la consapevolezza dell’autismo

Sabato 2 aprile ricorre la Giornata mondiale per la consapevolezza dell’autismo, istituita nel 2007 dall’Assemblea Generale dell’Onu per richiamare l’attenzione sui diritti delle persone nello spettro autistico che, come ha affermato António Guterres Segretario Generale Nazioni Unite nel 2020, «…hanno diritto all’autodeterminazione, indipendenza e autonomia, così come il diritto all’istruzione e al lavoro su base di parità con gli altri». Da studi europei, americani ed asiatici, la percentuale di persone con autismo si attesterebbe tra 1% e 2% della popolazione generale, con una tendenza di crescita significativa negli ultimi 20 anni.

Le ricerche e gli studi

La maggior parte degli studi sono effettuati sull’età evolutiva, ma i pochi studi sull’età adulta confermano tale prevalenza. A livello nazionale, non si dispone ancora di dati affidabili e specifici, con la sola eccezione di uno studio dell’Osservatorio Nazionale Autismo dell’Istituto Superiore di Sanità, che registra una percentuale di circa 1,35% di autismo nei bambini. Nel resto dell’Europa varia da 1.16% nel Regno Unito a 0.63% in Danimarca e Svezia, fino alle percentuali decisamente più basse espresse da Francia, Polonia e Germania (0.25%–0.36%).

Il dato nazionale

Sulla base del dato italiano, è possibile quindi stimare che sui 435mila nuovi nati del 2020, i bambini (e le famiglie) che potrebbero trovarsi nello spettro autistico dovrebbero essere circa 5.900.

La situazione a Bergamo

Bergamo è impegnata nel percorso di integrazione sociale e lavorativa dei ragazzi con autismo, nella costruzione di collaborazioni finalizzate a rafforzare lo spirito di resilienza delle famiglie con figli autistici, nel favorire l’acquisizione di quella consapevolezza necessaria a favorire la creazione di una comunità sempre più accogliente. In quest’ottica lavorano l’Amministrazione, le associazioni e gli enti e le istituzioni che, anche quest’anno, hanno realizzato un programma di appuntamenti per sensibilizzare e riflettere insieme sul tema. «Le iniziative per la giornata del 2 aprile vorrebbero essere un’occasione ed uno stimolo per scoprire come una Comunità possa essere davvero inclusiva, diventando attenta e partecipe della vita di bambini, giovani e adulti con problemi dello Spettro autistico. Questo potrà aiutare ciascuno di noi a crescere sul piano culturale e sociale, migliorando così la vita della nostra società» raccontano Tino Manzoni e Maria Carla Marchesi dell’Associazione Spazio Autismo.

«San Paolo in Bianco è un’associazione che promuove socialità, convivenza e inclusione attraverso lo sport e altre esperienze di vita. Tra le attività più significative degli ultimi mesi c’è il percorso di integrazione con BergamoAiuta che impegna alcuni ragazzi accompagnati dagli educatori sia nella consegna domiciliare della spesa a persone in difficoltà del quartiere, sia nella consegna dei libri all’interno del progetto “La biblioteca a casa tua” in collaborazione con lo Sbu. Siamo convinti che, nonostante tutte le difficoltà che i nostri ragazzi affrontano quotidianamente, sentirsi inclusi in attività del quartiere e della propria città sia un’ottima soluzione per migliorare la loro autostima ma anche le relazioni tra di loro» aggiunge Silvia Galimberti dell’Associazione San Paolo in Bianco

Il progetto «Due mani in più»

L’appuntamento del 2 aprile è anche l’occasione per presentare «Due mani in più», progetto ventennale di Coop Lombardia fregiato dell’Ambrogino d’Oro da parte del Comune di Milano, che prevede un servizio gratuito di consegna a domicilio della spesa per gli anziani soli o non autosufficienti, effettuata presso punti vendita di Coop lombardia, rivolto a persone fragili impossibilitate a fare la propria spesa quotidiana.

Grazie alla collaborazione degli ospiti del Centro Socio Educativo per le persone con autismo e degli ospiti della Comunità Socio Sanitaria Agorà, entrambi gestiti da Cooperativa Ser.e.Na., dai ragazzi dell’Associazione San Paolo in Bianco e, prossimamente anche quelli dell’Associazione Spazio Autismo e del Nuovo Albergo Popolare. A ciascuno di loro un diverso compito: c’è chi raccoglierà gli ordini telefonici della spesa, chi si occuperà all’allestimento delle confezioni presso la Coop, chi provvederà alla consegna affiancato da educatori già oggi impegnati ad accompagnare i ragazzi nel loro percorso di autonomia. Il progetto «Due mani in più» si integra con quello Coop «Autism friendly» che ha come scopo quello di favorire l’inclusione delle persone con autismo di qualsiasi età e livello cognitivo, mediante la creazione di ambienti loro adatti. Con questa nuova esperienza la Cooperativa, facendo rete con le associazioni e il Comune, offre la propria esperienza per sperimentare questa nuova modalità di erogazione del servizio.«Vogliamo affermare in concreto un principio per noi prezioso: con il protagonismo del mondo del volontariato e il ruolo di coordinamento del comune chi vive una condizione di fragilità può diventare una risorsa preziosa per altri soggetti fragili» spiega Alfredo De Bellis, vice presidente Coop Lombardia.

All’interno dei punti vendita di via Autostrada e di via Broseta, Coop Lombardia procederà inoltre, entro il 31 dicembre 2022, ad una riconfigurazione degli spazi espositivi in risposta alle caratteristiche delle persone con autismo. In particolare si procederà ad una regolazione acustico luminosa degli spazi ed all’adozione di pittogrammi realizzati secondo criteri della comunicazione aumentativa alternativa (CAA) sottoposti preventivamente a neuro psicomotricisti esperti in autismo, nonché fatti visionare nelle loro funzionalità a persone con autismo. Ciò allo scopo di offrire loro l’opportunità di comunicare attraverso canali che si affiancano a quello verbale. l’ideazione e lo studio dei pittogrammi sono stati realizzati in collaborazione con Associazioni competenti.

Bergamo è impegnata nel percorso di integrazione sociale e lavorativa dei ragazzi con autismo, nella costruzione di collaborazioni finalizzate a rafforzare lo spirito di resilienza delle famiglie con figli autistici, nel favorire l’acquisizione di quella consapevolezza necessaria a favorire la creazione di una comunità sempre più accogliente.

«Credo che le iniziative in programma per la Giornata della consapevolezza dell’autismo 2022 dimostrino complessivamente la tensione di tutti nel realizzare il progetto di ‘Bergamo in blu’, cioè di una città capace di compiere azioni concrete e persino trasformarsi, lì dove possibile, per essere sempre più accogliente ed inclusiva rispetto ai bisogni delle persone che si trovano nello spettro autistico e delle loro famiglie - spiega Marcella Messina, assessora alle Politiche Sociali di Bergamo -. Riguardo a quest’obiettivo, ritengo fondamentale la sinergia tra Amministrazione, Associazioni e soggetti che operano in quest’ambito, una collaborazione che negli anni si è andata sempre più consolidando mostrandosi oggi davvero proficua. Ma sottolineo anche l’intervento significativo di soggetti privati la cui sensibilità rispetto ai temi del sociale sia capace di integrarsi con le progettualità presenti e future, ampliandone la capacità di coinvolgimento e la ricaduta».

La cooperativa Ser.e.Na, con servizi propri e all’interno della coprogettazione della disabilità adulta del Comune di Bergamo con i consorzi Ribes e Solco, partecipa in modo attivo alla costruzione di interventi a sostegno del progetto di vita delle persone con autismo. «In quest’ottica, e partendo dalla scelta di un linguaggio artistico, le cooperative del consorzio Ribes, Ser.e.Na, Namastè, San Martino, presenti con vari servizi a favore delle persone con autismo nel territorio di Bergamo e provincia, in collaborazione con Daste, promuovono, il 29 aprile alle 20.45, la proiezione del film “Il sentiero blu”, presso la sala cinematografica Lo schermo bianco di via daste 13, con ingresso gratuito» spiega Marcella Giazzi, presidente della Cooperativa sociale Ser.e.Na.

Il programma

Sabato 26 marzo
Corridoio casse Coop in via Autostrada – via Spino, 88 Bergamoa cura dell’Associazione Spazio Autismo e dell’Associazione San Paolo in Bianco in collaborazione con Coop Lombardia

Ore 9.30-12.00 Banchetto con materiale informativo e prodotti realizzati dai ragazzi delle Associazioni

Giovedì 31 marzo
Sala civica Sant’Agata – vicolo Sant’Agata, 19 Bergamo
a cura dell’Associazione Spazio Autismo
ore 21.00 - Note di pace Performance pianistica di Veronica Rudian

Sabato 2 aprile
Spazio antistante Supermercato Coop - via Broseta, 68 Bergamo
a cura dell’Associazione Spazio Autismo e dell’Associazione San Paolo in Bianco in collaborazione con Coop Lombardia
Ore 9.30-12.00 Banchetto con materiale informativo e prodotti realizzati dai ragazzi delle Associazioni
Sala civica Sant’Agata – Vicolo Sant’Agata, 19 Bergamo
a cura dell’Associazione Spazio Autismo

L’arte risveglia l’anima. Musica e teatro da condividere

Sabato 2 aprile
Ore 16.30 - Concerto de La nota in più
Ore 17.45 - Autismo, i passi della consapevolezza
Dialogo tra l’Assessora alle Politiche sociali Marcella Messina, Maria Carla Marchesi e Tino Manzoni dell’Associazione Spazio Autismo
Ore 18.15 - Io sono Emil, vivo in una boccia di vetro
da un racconto di Annarosa Ceriani, con Deviz Brett, regia di Marco Foresti e Cinzia Mazzoleni
a cura dell’Associazione Spazio Autismo
Sagrato della Chiesa di San Paolo Apostolo – Piazzale S. Paolo, 35 Bergamo
a cura dell’Associazione San Paolo in Bianco

Ore 18.00 (orario di celebrazione S. Messa) – Banchetto con prodotti realizzati dai ragazzi dell’Associazione durante le attività laboratoriali (pasta, biglietti di auguri e chiudi pacco pasquali, segnalibri)

Porta San Giacomo s’illumina di blu, il colore della Giornata mondiale della consapevolezza sull’autismo

Domenica 3 aprile
Sagrato della Chiesa di San Paolo Apostolo – Piazzale S. Paolo, 35 Bergamo
a cura dell’Associazione San Paolo in Bianco
Ore 8.30, 10.30, 15.00, 18.00 (orari di celebrazione S. Messa) – Banchetto con prodotti realizzati dai ragazzi dell’Associazione durante le attività laboratoriali (pasta, biglietti di auguri e chiudi pacco pasquali, segnalibri)

Da sabato 2 aprile a sabato 9 aprile
a cura dell’Associazione San Paolo in Bianco
Distribuzione gratuita dei segnalibri ideati dai ragazzi dell’Associazione San Paolo in Bianco, nell’ambito dell’iniziativa “La Biblioteca a casa tua”, un progetto di consegna domiciliare dei libri del Sistema Bibliotecario Urbano realizzata in collaborazione con BergamoAiuta e Coop. Serena.

L’appuntamento del 2 aprile è anche l’occasione per presentare «Due mani in più», progetto ventennale di Coop Lombardia fregiato dell’Ambrogino d’Oro da parte del Comune di Milano, che prevede un servizio gratuito di consegna a domicilio della spesa per gli anziani soli o non autosufficienti, effettuata presso punti vendita di Coop lombardia, rivolto a persone fragili impossibilitate a fare la propria spesa quotidiana

Da sabato 2 aprile
a cura di Coop Lombardia
Pubblicazione sul canale YouTube del Comune del video di presentazione di «Due mani in più», progetto di consegna domiciliare della spesa realizzato dai ragazzi delle Associazioni e dei Servizi in collaborazione con Coop Lombardia

Venerdì 29 aprile
Cinema Lo Schermo Bianco – Via Daste e Spalenga, 13 Bergamo
a cura di Consorzio Ribes con Cooperativa Ser.eN.A., Cooperativa San Martino, Cooperativa Namastè in collaborazione con Daste
Ore 20.30 Proiezione del docufilm “Sul sentiero blu”
Film diretto da Gabriele Vacis, che racconta la storia di un gruppo di ragazzi autistici durante i 200 km di cammino lungo la via Francigena compiuto in nove giorni in compagnia del loro medici e dei loro educatori. Ingresso gratuito. Gli spettatori riceveranno in omaggio i quaderni costruiti nel laboratorio di cartotecnica del CSE per l’autismo del Comune di Bergamo e gestito dalla Cooperativa Ser.eN.A..

© RIPRODUZIONE RISERVATA