Lunedì 22 Ottobre 2012

San Pellegrino pensa alla poesia
Un concorso a misura di bambino

«Un atomo può diventare un òtamo», ed è facile, giocando con le parole, fino a trasformarle in poesia. Lo ha raccontato nei giorni scorsi il poeta Pietro Formentini ai ragazzi di ventotto classi delle scuole bergamasche che hanno seguito i suoi laboratori, raccogliendo anche le suggestioni di BergamoScienza. Questa iniziativa è il cuore del Festival di poesia per e dei bambini di San Pellegrino Terme, giunto alla terza edizione, promossa dal Comune, organizzata dal Centro storico culturale Valle Brembana e coordinata da Bonaventura Foppolo.

I ragazzi coinvolti fanno parte della giuria popolare e valuteranno le poesie degli adulti che parteciperanno al concorso. Ma Formentini, con la sua energia e la sua capacità di impastare i versi con il teatro e con la musica, usando le parole come in una partitura, ha saputo coinvolgere con altrettanta maestria gli insegnanti e i genitori, in incontri e laboratori che hanno creato un fermento creativo in Valle Brembana ma non solo. Come sempre la prima finalità del festival è dare respiro e spazio alla creatività dei bambini e delle famiglie, attraverso le iniziative sul territorio (come appunto i laboratori appena conclusi) e attraverso il concorso di poesia (Il bando circola già su internet: è aperto ai bambini dalla classe terza della scuola primaria fino alla prima della secondaria di primo grado).

Le poesie in gara, come ogni anno, saranno valutate da una giuria tecnica composta dai poeti, critici, insegnanti, giornalisti, presieduta dalla scrittrice Giusi Quarenghi, e da una giuria popolare: ventotto classi, coinvolte dai laboratori con il poeta Formentini come percorso di «preparazione» e avvicinamento alla poesia. Il tema di quest'anno è «Io sono, tu sei»: un invito a comporre ritratti di sé o degli altri, simili a noi o diversi, importanti per la propria vita. Si può partecipare da soli o in gruppo o con la classe. Lo stesso tema è proposto anche agli adulti: sono chiamati a scrivere poesie per bambini con la tecnica che preferiscono, con una o più poesie, in rima o filastrocca.

Possono essere presentate anche (fuori concorso) poesie in lingua locale d'area lombarda. Il Festival fa crescere sul territorio l'amore per la poesia e la sensibilità ai versi. Ha il patrocinio della Provincia, della Comunità Montana Valle Brembana e dell'Ufficio scolastico regionale e con la collaborazione del Sistema bibliotecario provinciale. Le date da ricordare: il 27 ottobre scade il termine per la consegna delle poesie degli adulti, il 10 novembre quello per le poesie dei bambini. Il 1° dicembre serata finale e premiazioni. Per consultare il bando: www.culturabrembana.com/sanpellegrinofestival, e-mail [email protected] culturabrembana.com.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata