Lab 80, rassegna di 4 giorni
dedicata all’identità sessuale

«Orlando-identità, relazioni, possibilità» è una nuova rassegna ideata e organizzata da Lab 80 che si svolge da giovedì 15 maggio a sabato 17, Giornata internazionale contro l’omofobia. Il titolo è tratto, non a caso, dall’omonimo romanzo di Virginia Woolf.

Lab 80, rassegna di 4 giorni dedicata all’identità sessuale
L’atrica Audrey Hepburn, in un’immagine degli anni 70

«Orlando-identità, relazioni, possibilità» è una nuova rassegna ideata e organizzata da Lab 80 che si svolge da mercoledì 14 maggio a sabato 17, Giornata internazionale contro l’omofobia.

Il titolo è tratto, non a caso, dall’omonimo romanzo di Virginia Woolf.

Sette film, due spettacoli teatrali all’Auditorium di Piazza Libertà, e due incontri a ingresso gratuito, uno dedicato a adulti e bambini presso la Biblioteca Tiraboschi, dove sarà presentata la casa editrice Lo Stampatello, e l’altro presso la Sala «Lama» della Cgil, dove si terrà una conversazione tra Walter Siti, scrittore e già docente universitario, e Fabio Cleto, docente di Letteratura inglese e Storia culturale all’Università di Bergamo.

Si comincia mercoledì alle 21 con l’anteprima del lungometraggio di Martin Provost «Violette», ritratto della scrittrice Violette Leduc e della sua relazione con Simone de Beauvoir. La visione del film sarà preceduta dal cortometraggio «Ce n’est pas un film de cowboys» di Benjamin Parent (Francia 2012).

Giovedì, alle 20.30, è in programma lo spettacolo teatrale, «Comuni Marziani», che, unendo i linguaggi del teatro, della danza e del canto, racconta un percorso di accettazione dell’omosessualità. Al termine le proiezioni del cortometraggio spagnolo «Desanimado» di Emilio Martí López (2011) e del documentario «Call Me Kuchu» di Katherine Fairfax Wright e Malika Zouhali-Worrall (Usa/Uganda 2012, 87’), sull’omofobia istituzionalizzata nel paese africano.

Venerdì, alle 17.30 alla Biblioteca Tiraboschi, l’accennato incontro «Leggere senza stereotipi: piccolo uovo e altre storie». Sempre venerdì, alle 20.30 all’Auditorium di Piazza Libertà, il film di Robin Campillo «Eastern Boys». A seguire, «The Ballad of Genesis and Lady Jaye» di Marie Losier (Usa / Francia 2011, 65’).

Sabato, l’annunciato incontro «Le metamorfosi del desiderio», con Walter Siti, vincitore del Premio Strega 2013 con «Resistere non serve a niente». Interverranno anche Eugenia Valtulina e Luisella Gagni di Cgil Bergamo. Ancora sabato, alle 20.30 in Auditorium, Carmen Pellegrinelli, attrice e autrice teatrale bergamasca, presenterà il suo nuovo spettacolo «La Vie de Carmén». Seguirà proiezione del film di William Wyler (regista di Vacanze romane) «Quelle due» (Usa 1961, 107’) con Audrey Hepburn e Shirley MacLaine. Info, programma completo, prezzo dei film e degli spettacoli: www.lab80.it.n 
Vincenzo Guercio

© RIPRODUZIONE RISERVATA