Lunedì 24 Marzo 2014

Un topino in casa Bozzetto

Per la gioia dei bimbi c’è Tip

Topo Tip, personaggio cartoon di Bruno Bozzetto

Lo studio Bozzetto ha presentato ufficialmente la serie animata Topo Tip alla Fiera del Libro a Bologna e ha mostrato al pubblico com’è il lavoro in uno studio d’animazione. Sono intervenuti sia il fondatore, Bruno Bozzetto, sia le nuove generazioni che hanno traghettato lo studio negli anni Duemila.

Il cartone animato di Topo Tip, protagonista di una serie di libri per bambini editi da Giunti che ha venduto 4 milioni in tutto il mondo, è la prima grande produzione internazionale dello studio Bozzetto nel campo dell’infanzia. Si tratta di una prima serie di 26 episodi di 11 minuti, attualmente in fase di lavorazione, che andranno in onda su Rai 2 probabilmente già questo settembre. «Sono soddisfatto di come è venuto, il livello è molto alto, ci abbiamo messo l’anima perché vogliamo spiccare in Europa. Ad oggi abbiamo cinque episodi completi, ma per luglio dovranno essere 26 perciò stiamo lavorando giorno e notte. La versione originale è in americano, sarà poi doppiata a Roma in italiano» spiega il regista della serie, Andrea Bozzetto.

«È un tipo di lavoro molto diverso dai miei classici – commenta Bruno Bozzetto – sia perché è in 3d, una tecnologia alla quale non mi sono mai veramente dedicato, sia perché è rivolto ai bambini piccoli, che non sono mai stati il mio pubblico. Così la nostra offerta è più completa».

Topo Tip sarà presentato in aprile a Cannes in occasione del MipTv: «È un appuntamento commerciale perché vogliamo vendere la serie a livello internazionale, insieme al nostro coproduttore tedesco» spiega il socio dello studio Pietro Pinetti.

Oltre alle avventure del topolino, lo Studio Bozzetto ha diversi altri progetti, anche se in fase ancora embrionale. «Ci piacerebbe animare “Bestiacce!”, libro di Pino Pace edito da Edt che racconta le incredibili avventure del professor Pico Pane e di Sam Colam alla ricerca di animali sconosciuti e stravaganti. È una storia più avventurosa e umoristica, rivolta a bambini un po’ più grandi rispetto a Topo Tip. Cercheremo di capire se c’è interesse in Rai per una coproduzione» spiega Andrea Bozzetto.

Oltre alla produzione per bambini, lo Studio Bozzetto continua a occuparsi molto di comunicazione per aziende, dall’Italcementi a Masi Agricola, da Konika Minolta a Ferrari. Un altro interessante progetto per un pubblico più vasto è «Unseen», ideato da Fabio Bozzetto e Diego Zucchi, che unisce live-action e animazione ed è molto diverso dal classico cartoon, con atmosfere cupe e poetiche.

Il sogno impossibile sarebbe quello di andare nei cinema con un lungometraggio d’animazione. Un’idea di base c’è: è «Micro e Macro», una storia ideata da Bruno Bozzetto che riprende un tema a lui caro, l’inquinamento. L’ambientazione è nel futuro, in un mondo pieno di auto e smog che sta per essere invaso dagli alieni.

Attualmente è in lavorazione il trailer da presentare ai festival. «Sarebbe un prodotto rivolto a tutti, sullo stile Pixar o Dreamworks, con riferimenti che solo gli adulti possono capire» dice Bruno. «Per ora è solo un progetto e non voglio parlarne troppo. La cosa più interessante è il ritorno al 2d, che rimane un mezzo poderoso, anche se dal punto di vista commerciale è stato ingiustamente accantonato. Il 3d è più realistico, ma il 2d è più pittorico e artigianale».

© riproduzione riservata