Terno, Maurizio è  ancora grave Ecco la lama  trovata conficcata nel collo
La conferenza stampa di pm e carabinieri

Terno, Maurizio è ancora grave
Ecco la lama trovata conficcata nel collo

Preso a Brescia un venticinquenne. La vittima è ancora in Terapia intensiva al «Papa Giovanni».

È stato fermato a Brescia nella notte tra martedì 23 e mercoledì 24 l’aggressore di Maurizio Canavesi, il deejay di 35 anni accoltellato all’alba di martedì a Terno d’Isola, di ritorno con alcuni amici da un rave party in Toscana. Lo hanno rintracciato i carabinieri, che erano sulle sue tracce sin da ieri: si tratta di S. U., 25 anni, di Stezzano, uno degli amici che erano rientrati con lui dal rave party in Toscana.

Quanto alle condizioni di Canavesi, restano gravi: è ancora ricoverato in Terapia intensiva all’ospedale «Papa Giovanni», sedato. I medici sono riusciti ieri a estrargli la lama che gli era rimasta conficcata nel collo.

La conferenza stampa di pm e carabinieri

La conferenza stampa di pm e carabinieri

Per approfondire leggi anche qui


© RIPRODUZIONE RISERVATA