«Tumore al seno, la mia battaglia nell’ospedale del Canton Ticino»

«Tumore al seno,
la mia battaglia
nell’ospedale
del Canton Ticino»

A 47 anni è responsabile clinico del Centro di senologia della Svizzera italiana. La storia di Francesco Meani. I primi passi all’Istituto europeo di oncologia a Milano.

«Durante gli ultimi anni di Università, quando uno studente in medicina deve decidere quale sarà il suo percorso futuro, ho conosciuto, grazie a cari amici di famiglia, il dottor Alberto Costa, noto senologo milanese, che a quel tempo lavorava all’Istituto europeo di oncologia, a fianco di Umberto Veronesi, e che mi ha offerto da subito, fino ancora a oggi, il suo tutoraggio. Alberto mi ha permesso in quegli anni di frequentare occasionalmente le sale operatorie di Senologia dell’Ieo e successivamente la Breast Unit della Fondazione Maugeri di Pavia. Da lì è iniziata la mia carriera nella lotta al tumore al seno».

Francesco Meani, 47 anni, nato e cresciuto a Bergamo, descrive così il periodo in cui ha deciso la strada che avrebbe voluto intraprendere nella sua vita. Laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli studi di Brescia nel 2002, ha poi conseguito un diploma di Master in Senologia presso l’Istituto europeo di oncologia (Ieo) di Milano, patrocinato dall’Università degli studi di Milano, e in seguito, dal 2004, ha frequentato la Scuola di specialità in Ginecologia e ostetricia presso l’Università di Brescia. Nel 2008, durante l’ultimo anno di Scuola di Specialità, si trasferisce a Washington con una Research fellowship dell’Istituto superiore di sanità (rientrando temporaneamente in Italia per conseguire il titolo di specializzazione a fine 2008). Da maggio 2010, infine, vive a Lugano, dove lavora all’Ente ospedaliero cantonale nel Dipartimento di ginecologia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA