Bergamo scommette sui turisti lombardi «Venite a scoprire una città bella e sicura»

Bergamo scommette sui turisti lombardi
«Venite a scoprire una città bella e sicura»

Cultura, enogastronomia e attività all’aperto i punti di forza per attrarre visitatori nei mesi estivi. Sanchez: abbiamo tanto da offrire in piena sicurezza. Call center e infopoint per informazioni e prenotazioni.

Eventi culturali e ristoranti all’aperto in una città che vuole allontanare lo spettro del Covid e si certifica come «sicura» puntando sul turismo di prossimità. È la veste estiva di Bergamo cui stanno lavorando amministrazione comunale e associazioni di categoria. A Palazzo Frizzoni si studia la ripartenza.

«Oggi siamo noti nel mondo come la città simbolo del Covid, da qui dobbiamo ripartire raccontando quello che abbiamo da offrire – spiega Cristophe Sanchez, amministratore delegato di Visit Bergamo –. Dovremo spiegare ai nostri visitatori che siamo stati i più colpiti ma anche i più bravi ad attrezzarci in sicurezza». Il calo degli arrivi dall’estero è da mettere nel conto, ma potrebbero crescere le presenze di turisti lombardi . «Stiamo lavorando con Milano e le città della Lombardia orientale – Brescia, Cremona e Mantova – su proposte condivise. Un rapporto solidale tra città che potranno offrire diverse occasioni a quella fascia di utenti (tra i 25 e i 50 anni) che quest’anno non trascorrerà le vacanze all’estero». Un turismo di prossimità, i visitatori arriveranno in auto e la durata media della presenza sarà ridotta. «Una mobilità di breve raggio concentrata soprattutto nel fine settimana, che avrà bisogno di una forte campagna di comunicazione regionale se vorremo favorire il ricambio» dice Oscar Fusini, direttore di Ascom Bergamo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA