Covid, da febbraio a inizio aprile 179 decessi nella Bergamasca

Covid, da febbraio a inizio aprile 179 decessi nella Bergamasca

Ancora troppi decessi per coronavirus. Da febbraio a lunedì 5 aprile in tutta la Lombardia si sono contate 4.117 vittime del Covid, 179 delle quali in provincia di Bergamo.

Dietro le linee tratteggiate dalle curve e dietro la sequela di numeri ci sono sempre vite, biografie, storie. Tante e troppe, seppur meno delle ondate precedenti. Anche a questo giro, il tributo umano pagato dalla Lombardia e dalla Bergamasca resta pesante: da febbraio a lunedì 5 aprile in tutta la Regione si sono contate 4.117 vittime del Covid, 179 delle quali in provincia di Bergamo.

Quelli lasciati alle spalle sono i giorni più tragici, in cui anche la parabola dei decessi ha toccato il picco, e raccontano due scenari diversi. Uno, regionale, indica che rispetto a novembre – apice della recrudescenza autunnale del Sars-CoV-2 – questa volta si sono contenute le vite spezzate; l’altro, locale, dice viceversa che in terra orobica la nuova fase epidemica è stata più pesante che in autunno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA