Ester, non parla ma vive di emozioni La 16enne con la sindrome di Angelman
Ester Bentoglio (Foto by G.V. Frau)

Ester, non parla ma vive di emozioni
La 16enne con la sindrome di Angelman

Ester Bentoglio è affetta da una malattia neurologica che le impedisce di parlare, ma comunica con i gesti, con gli occhi e con i sorrisi.

Ci sono parole che non dicono niente e sguardi che esprimono tutto, come quello di Ester Bentoglio. Lei ha sedici anni ed è nata con la sindrome di Angelman, una malattia neurologica di origine genetica. Non può parlare ma si legge moltissimo nei suoi gesti, nei suoi occhi trasparenti, nei suoi sorrisi. «A volte mi chiedo com’ è possibile che riusciamo a capirci lo stesso, mi sembra quasi una magia», confessa la mamma Manuela Gusmaroli. La diagnosi è arrivata quando Ester aveva tre anni: «È nata a termine e alle dimissioni i medici non avevano riscontrato anomalie. Poco dopo la nascita, però, si sono manifestati i primi problemi, legati soprattutto all’ alimentazione - racconta Manuela -. Continuava a piangere, non riuscivo ad allattarla al seno, abbiamo dovuto cambiare molti tipi di latte artificiale. È stata ricoverata per un mese in patologia neonatale, però alle dimissioni non era emerso nulla».

© RIPRODUZIONE RISERVATA