Nella «casa gialla» tolta a un usuraio cresce la famiglia degli «angeli custodi»

Nella «casa gialla» tolta a un usuraio cresce la famiglia degli «angeli custodi»

Diego e Patrizia La coppia con tre figli accoglie in affido nell’abitazione di Berbenno ragazzi in difficoltà.

Per fare un tavolo ci vuole un fiore» dice la celebre canzone di Sergio Endrigo con le parole di Gianni Rodari: nel soggiorno di Casa Amore, a Berbenno, il tavolo è quello intorno al quale si ritrova durante il giorno la vivace famiglia allargata che ci abita. Ci sono i genitori, Diego Mosca e Patrizia Pesenti, i loro figli Elisa, 7 anni, Federico 5 e Alessandro di dieci mesi, e accanto a loro - in questo momento - tre fratelli in affido. Il tavolo è il posto dove si gioca, si fanno i compiti, si mangia, si seguono le lezioni della didattica a distanza, e diventa simbolo di incontro e accoglienza.

La condivisione degli spazi  durante il lockdown

La condivisione degli spazi durante il lockdown

© RIPRODUZIONE RISERVATA