Non c’è il soffitto, ma il cielo aperto nelle nuove aule di Cerete e Gorlago
L’aula all’aperto inaugurata venerdì a Cerete nel parco Brolo al Vescovo

Non c’è il soffitto, ma il cielo aperto nelle nuove aule di Cerete e Gorlago

Realizzate dalle amministrazioni comunali, potranno ospitare lezioni ma pure altre iniziative. Nel paese seriano, tra i progettisti la sindaca Locatelli. E per entrambe, hanno collaborato gli stessi studenti.

A distanza, senza banchi, in sicurezza e al cielo aperto: sono le aule di cui si sono dotati Cerete e Gorlago.

Venerdì a Cerete l’inaugurazione dell’aula all’aperto realizzata dall’amministrazione comunale nel Parco Brolo al Vescovo, a Cerete Basso: 15 posti divisi in cinque panche da tre posti l’una, che permettono grazie alla posizione dello schienale di mantenere le distanze tra i bambini. Nel progetto anche una panca per l’insegnante e una lavagna di legno. Nessun tavolo, l’aula è destinata alle lezioni frontali mentre per i momenti di laboratorio vi sono alcuni tavoli con panche. C’è anche una pavimentazione in gomma, oltre alle panche disegnate dalla sindaca Cinzia Locatelli e realizzate dall’azienda Pacchiarini di Onore e per la parte di carpenteria dal fabbro di Cerete, Moreno Facchinetti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA