Nuova area mercato di via Spino La Procura indaga per abuso edilizio
Il nuovo mercato di via Spino

Nuova area mercato di via Spino
La Procura indaga per abuso edilizio

Fascicolo contro ignoti dopo l’esposto di Autostrade per l’Italia: violata la «fascia di rispetto ». E la società avvia un dialogo con il Comune.

C’è un fascicolo per abuso edilizio aperto da qualche giorno in Procura per la vicenda della nuova area di mercato di via Spino, quella al centro della bagarre politica che ha infiammato l’autunno del Comune di Bergamo e della Regione Lombardia, tramite Infrastrutture Lombarde, mettendoli uno contro l’altro, dialetticamente armati. Per il momento il fascicolo aperto dal pm Giancarlo Mancusi è a carico d’ignoti, ma rappresenta l’ultimo fronte della controversia sull’area tra via Spino, via Autostrada e il rondò che dall’uscita dell’A4 porta in direzione della città. L’ipotesi al centro della contestazione è che una parte del piazzale di via Spino adiacente a via Autostrada, già utilizzata come parcheggio e da poco più di una settimana anche come area di mercato, sia così vicino alle vie d’accesso all’autostrada da violare «la fascia di rispetto» prevista dal Codice della strada che istituisce una zona franca inedificabile, cioè libera per legge da costruzioni, recinzioni, manufatti in grado di rappresentare un pericolo per la sicurezza.

L’esposto di Autostrade

© RIPRODUZIONE RISERVATA