Politica in stallo appesa all’ex Ilva
L’ex Ilva al centro del dibattito politico (Foto by Ansa)

Politica in stallo
appesa all’ex Ilva

Ci ha pensato Luigi Di Maio ad animare il weekend politico, anche se non se ne sentiva certo il bisogno dopo la settimana incandescente passata a capire se l’ex Ilva di Taranto chiuderà o se è recuperabile (e come, e a quale prezzo) un rapporto con Arcelor Mittal o – ancora – se non si possa contemplare qualche altra soluzione, compresa la nazionalizzazione con la solita Cassa Depositi e Prestiti. In questo garbuglio in cui si stanno avvitando la vita di decine di migliaia di famiglie e un pezzo della tenuta del nostro sistema industriale, Di Maio ha messo sul tavolo ancora una volta la sopravvivenza del governo. Ha detto: se il Pd presenta un emendamento che ripristini lo scudo legale per gli amministratori dello stabilimento, il governo non va avanti.

Insomma, una vera minaccia di crisi che forse serve soprattutto ad anticipare i democratici i quali ormai da tempo stanno chiedendosi se valga la pena continuare a dare sangue ad una alleanza con i grillini che a loro toglie soltanto voti mentre riempie i granai elettorali già colmi di Salvini e Meloni.


© RIPRODUZIONE RISERVATA