Scuola, nominati altri 7 presidi. E 11 raddoppiano la dirigenza
Una classe (Foto by Archivio)

Scuola, nominati altri 7 presidi. E 11 raddoppiano la dirigenza

La nuova tornata decisa dall’Ufficio scolastico regionale: ecco tutte le assegnazioni. Ora corsa per completare le procedure per l’assunzione di insegnanti e personale Ata supplente.

Primo settembre per il mondo della scuola significa iniziare un nuovo anno scolastico. E se si attende ancora il completamento delle procedure per l’individuazione e l’assunzione di docenti e personale Ata supplente, per l’anno che sta iniziando sono state invece già definite tutte le assegnazioni delle cariche apicali, quelle dei dirigenti scolastici per le scuole che finora risultavano essere ancora senza una guida. Nei giorni scorsi infatti l’Ufficio scolastico regionale lombardo ha assegnato la dirigenza degli istituti che ancora risultavano essere scoperti a sette dirigenti di nuova nomina e, per le scuole che non sono state scelte dai nuovi dirigenti, undici in totale, nella giornata di ieri ha proceduto ad assegnare le reggenze. Ad assegnare, cioè, la dirigenza delle scuole rimaste a dirigenti che si occupano già di un istituto e che accettano, per un anno scolastico, di occuparsi di due istituti contemporaneamente. Si tratta delle ultime procedure prima dell’inizio dell’anno, quelle che completano il quadro complessivo delle dirigenze, dopo che, nel mese di luglio, erano già state rese note le mobilità del personale: in quell’occasione erano stati sette i dirigenti che avevano cambiato istituto; in questa prima «tornata» erano stati nominati anche i nuovi dirigenti di alcuni importanti istituti di Bergamo e provincia, come il Mascheroni, il Caniana, il Decio Celeri e il Simone Weil.

© RIPRODUZIONE RISERVATA