Seggiolini antiabbandono, si fa sul serio Da oggi multe per chi non è in regola

Seggiolini antiabbandono, si fa sul serio
Da oggi multe per chi non è in regola

Da venerdì 6 marzo scattano le sanzioni per chi non ha ancora provveduto a installare i seggiolini antiabbandono sulla propria auto per il trasporto di bambini fino al quarto anno di età. Multe salate per i trasgressori: si oscilla tra 83 e 333 euro, oltre a 5 punti in meno sulla patente.

Se si paga entro 5 giorni, gli importi si riducono a 58 e 100 euro; in caso di due infrazioni in 2 anni, scatta la sospensione della patente da 15 giorni a 2 mesi. La norma parla chiaro, anche se molti sperano in una tolleranza nelle sanzioni, almeno per i primi giorni. Il comandante della Polizia locale, Gabriella Messina, invita gli automobilisti a informarsi: «Ogniqualvolta entra in vigore una norma, noi adottiamo un periodo di educazione e di prevenzione, informando l’utenza. Poi procediamo come tutte le norme per farla applicare, essendo una norma del codice della strada. Siamo educatori anche rispetto alle nuove norme, saremo più preventivi che repressivi, queste sono le indicazioni per i nostri operatori su strada».

L’obbligo è scattato il 7 novembre, anche se poi è stata disposta una moratoria delle sanzioni: «Ripeto, invitiamo i bergamaschi a informarsi – aggiunge il comandante Messina -, dovrebbero essere già tutti a conoscenza dell’obbligo dei seggiolini. Poi saremo costretti a irrogare sanzioni». Adiconsum ricorda che per l’acquisto del seggiolino è previsto un bonus del valore di 30 euro, erogato sotto forma di un buono di spesa elettronico e associato al codice fiscale del minore. Nel caso in cui il costo del seggiolino sia inferiore a 30 euro, il bonus sarà pari al prezzo pagato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA