Sei studenti bergamaschi ancora in Cina «Quarantena? Deciderà il ministero»
Turisti orientali all’aeroporto Leonardo Da Vinci di Fiumicino, in una recente foto d’archivio, 26 gennaio 2020 (Foto by Ansa)

Sei studenti bergamaschi ancora in Cina «Quarantena? Deciderà il ministero»

Sono sei gli studenti bergamaschi ancora impegnati in Cina nel «Progetto Intercultura» riservato ai ragazzi delle classi quarte superiori.

«Nessun allarmismo. Ci atteniamo alle disposizioni contenute nella circolare. Facciamo un altro mestiere. Rispettiamo i ruoli». Così i presidi bergamaschi liquidano le polemiche scatenatesi nelle ultime ore dopo la proposta di tre governatori (Lombardia, Veneto e Friuli) di integrare le disposizioni del ministero della Salute per la gestione degli studenti di ritorno dalle aree della Cina con una sorta di quarantena di due settimane, prima del rientro a scuola.

Sono sei gli studenti bergamaschi ancora impegnati in Cina nel «Progetto Intercultura» riservato ai ragazzi delle classi quarte superiori. Un’esperienza formativa e didattica che avrebbe dovuto terminare a giugno, ma che verrà interrotta a breve: i ragazzi stanno bene e rientreranno in Italia nei prossimi giorni. Tuttavia la circolare del Ministero della Salute ha aperto un vivace dibattito.

© RIPRODUZIONE RISERVATA