Super Green pass: al via le nuove regole     ma in Bergamasca 100mila sono senza
Il controllo del Green Pass (Foto by Ansa)

Super Green pass: al via le nuove regole
ma in Bergamasca 100mila sono senza

Sono invece 885mila i bergamaschi over 12 in possesso del certificato verde rafforzato. Lavoro, trasporti, locali: ecco che cosa cambia.

La sintesi è abbastanza semplice: per chi è già vaccinato, la vita continuerà a scorrere come prima. Vicina alla normalità. Per chi non ha scelto l’immunizzazione, invece, da domani cambia molto. L’ultimo decreto messo a punto per arginare i contagi e incentivare la vaccinazione entra in vigore allo scoccare della mezzanotte, distillando poi alcune scadenze attorno a metà mese.

Socialità, trasporti, lavoro: sono questi gli ambiti in cui si gioca la nuova sfida, tra Green pass rafforzato e obblighi vaccinali. La novità principale è appunto lo sdoppiamento del Green pass. Ci sarà quello «super», generato a seguito di vaccinazione o di guarigione, e quello «base» ottenibile (come prima) se si risulta negativi a un test antigenico rapido (la durata è di 48 ore) o molecolare (72 ore). La misura si applica dai 12 anni in su. Numeri alla mano, secondo la Regione, i bergamaschi over 12 già vaccinati sono circa 885mila, e per questa platea non ci saranno problemi; a questi si aggiungono alcune (poche) migliaia di bergamaschi guariti dall’infezione negli ultimi sei mesi e non ancora vaccinati, ma che comunque hanno il «nuovo» pass proprio per via degli anticorpi conseguenti al superamento della malattia. Sono invece circa 100mila i bergamaschi oltre i 12 anni che non si sono finora vaccinati: per loro, la socialità è a rischio. La nuova normativa sul «super» certificato verde non verrà applicata ai bambini tra i 5 e gli 11 anni per cui il via all’immunizzazione è comunque imminente. Intanto il governo ha pubblicato le «Faq» per fare chiarezza sulle nuove regole in vigore da lunedì.

© RIPRODUZIONE RISERVATA