Tesserino e abiti dei carabinieri: due fermati per furti di gioielli e denaro a Gorle e Scanzorosciate

Tesserino e abiti dei carabinieri: due fermati per furti di gioielli e denaro a Gorle e Scanzorosciate

Erano in possesso di un vero e proprio kit del truffatore composto da walkie talkie, cartoncini con la scritta Carabinieri utilizzati come tesserini, guanti, arnesi da scasso, una targa clonata e abbigliamento con il logo dell’Arma per confondere le vittime e far credere di essere carabinieri.

Erano in possesso di un vero e proprio kit del truffatore composto da walkie talkie, cartoncini con la scritta Carabinieri utilizzati come tesserini, guanti, arnesi da scasso, una targa clonata e abbigliamento con il logo dell’Arma per confondere le vittime e far credere di essere carabinieri . I militari della Compagnia di Bergamo però hanno fermato venerdì 19 novembre durante un controllo a un motociclo in zona Valverde i due malviventi che si spacciavano per finti tecnici del gas e rappresentanti delle Forze dell’ordine . Si tratta di un 27enne e di un 30enne, senza fissa dimora, e originari dell’Est Europa. Condotti in caserma i due uomini sono poi risultati essere gli autori anche di un furto commesso a Scanzorosciate, in un’ abitazione dove erano stati sottratti gioielli e migliaia di euro e di un furto a Gorle ai danni di un anziano sempre in abitazione dove erano spariti altri gioielli d’oro . I due sono stati portati alla casa circondariale di via Gleno e al termine dell’udienza di convalida, sono rimasti su disposizione del Gip del Tribunale di Bergamo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA