Val di Scalve, cede muro di sostegno Chiude la strada per Borno
Il muro franato lungo la sp 58 a Teveno (Vilminore)

Val di Scalve, cede muro di sostegno
Chiude la strada per Borno

Le temperature si alzano e il disgelo inizia a lasciare il segno: in Valle di Scalve sono due le strade interrotte a causa dei cedimenti delle strade.

In un caso, nel comune di Vilminore, a cedere è stata la strada provinciale 58, che ormai è alla terza frana (in punti diversi) in due anni; nel secondo caso, tra i comuni di Azzone e Borno, a cedere è la strada provinciale 5, proprio sul confine tra Bergamo e Brescia.

A Vilminore questa volta la strada provinciale 58 sta franando tra la frazione Teveno e località Adenasso. «Da qualche giorno si era avallata un po’ la strada – spiega il sindaco Pietro Orrù –. Abbiamo segnalato la situazione alla Provincia e sono venuti a fare un sopralluogo. Il problema è che a valle si era svuotato un po’ il muro. Erano stati posizionati new jersey leggeri, ma la situazione è peggiorata. Si è ipotizzato di procedere con i lavori in concomitanza con la decisione di zona arancio rafforzata. Il problema è che il punto che sta franando si trova nei pressi della vecchia stazione di Teveno (un’area in cui cono presenti già dei ponteggi che restringono la carreggiata, ndr) ed è impensabile installare un impianto semaforico: è necessario chiudere la strada al transito». Non è la prima volta che la strada provinciale 58 frana: due anni e mezzo fa era franata nei pressi dell’abitato di Vilminore, dividendo per cinque mesi il comune a metà; a ottobre invece uno smottamento era stato registrato nei pressi di un’altra frazione, Bueggio. «Praticamente stiamo rifacendo tutta la strada – aggiunge Orrù –. In realtà è la Provincia che si occupa di questi interventi. In questo caso, a differenza dei due precedenti, siamo arrivati appena prima del crollo. Cerchiamo di mettere in sicurezza subito tutto: i lavori riguarderanno un tratto di una quindicina di metri in totale. I disagi saranno per gli abitanti di Teveno, che saranno obbligati a fare il giro della Val Notte, passando da Colere per arrivare a Vilminore, ma è un disagio di cui non si può fare a meno». La strada verrà chiusa dall’8 marzo fino al 22 marzo, data entro la quale dovrebbero essere completati i lavori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA