Confindustria, la squadra di Ricuperati: «Valorizzare il ruolo dell’associazione»

I nuovi vertici Sei vicepresidenti: Colnaghi Calissoni, Fassi, Manzoni, Rota, Sestini e Panseri più il leader dei giovani Vavassori. Il 10 giugno l’assemblea dei soci sarà chiamata a votarla.

Confindustria, la squadra di Ricuperati: «Valorizzare il ruolo dell’associazione»
Da sinistra Rota, Vavassori, Manzoni, Ricuperati, Colnaghi Calissoni, Panseri, Fassi e Sestini

Una composizione studiata con cura e con nomi «calibrati», quella uscita ieri dalla riunione del Consiglio Generale di Confindustria Bergamo che, come da statuto, doveva svelare chi affiancherà la presidente designata per il quadriennio 2022-2026. Giovanna Ricuperati ha infatti presentato le linee guida del suo programma e appunto la squadra del primo biennio di mandato. Sono sei i vicepresidenti (più il presidente dei Giovani, Matteo Vavassori), tutti di prima nomina, che la affiancheranno, sei uomini e una donna, ciascuno con deleghe anche molto impegnative. Si tratta di Laura Colnaghi Calissoni, (che avrà la delega su Internazionalizzazione e Europa), Giovanni Fassi, (Transizione digitale e Innovazione), Marco Manzoni (Education e Governance), Paolo Rota (Relazioni Industriali), Bernardo Sestini (Transizione ecologica (Energia e Ambiente), Oscar Panseri (che è componente di diritto in qualità di presidente della Piccola e che avrà la delega su Finanza e Fisco, Relazione con gli Associati) e Matteo Vavassori (con delega per le Nuove generazioni).

© RIPRODUZIONE RISERVATA