«Lavoro, ora i giovani vogliono sostenibilità e più smart working»

Il termometro L’a.d. di Adecco Malacrida: ciò che manca è un programma di defiscalizzazione per fasce di età. A Bonate Sopra aperta la filiale numero 14 dell’agenzia.

«Lavoro, ora i giovani vogliono sostenibilità e più smart working»
Cambiano le aspettative dei giovani legate al mondo del lavoro. E il tempo indeterminato non è più di rigore

«I candidati giovani chiedono un ambiente di lavoro sano, in cui confrontarsi in maniera informale con i propri referenti e colleghi, chiedono lo smart working, adattabilità e formazione e non sono più legati al contratto a tempo indeterminato». Ad affermarlo è Andrea Malacrida, amministratore delegato di Adecco, in occasione dell’apertura di una nuova sede dell’agenzia in Bergamasca. Quella di Bonate Sopra è la filiale numero 14 aperta da Adecco nella provincia, che conta qui 80 dipendenti diretti e gestisce circa 3 mila addetti nei vari settori, il 40% dei quali assunti a tempo indeterminato attraverso la formula dello staff leasing.

© RIPRODUZIONE RISERVATA