Maier di Verdellino, incontro per salvare l’azienda: «La proprietà non cede di un passo»

Vertenza In provincia un incontro con le istituzioni compatte per salvare 90 posti di lavoro.

Maier di Verdellino, incontro per salvare l’azienda: «La proprietà non cede di un passo»
Alcuni dipendenti della Meier in presidio davanti alla sede della Provincia

Si è svolto nel pomeriggio di lunedì 18 luglio nella sede della Provincia di Bergamo l’incontro tra i rappresentanti sindacali e il liquidatore della Maier di Verdellino, azienda di cui è stata annunciata l’imminente cessazione dell’attività. Alla riunione erano presenti parlamentari e consiglieri regionali che, oltre a dimostrare la propria solidarietà verso i lavoratori, hanno espresso critiche sulla chiusura e sulle modalità scelte dalla multinazionale spagnola per metterla in atto. Tutti hanno chiesto all’azienda più tempo per valutare una possibile reindustrializzazione dell’area. I rappresentanti dell’azienda, che chiuderà per ferie per le prime tre settimane di agosto, non hanno dimostrato aperture ma hanno anzi confermato la loro linea: già al rientro dalle ferie i lavoratori e le lavoratrici della Maier potrebbero trovarsi senza lavoro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA