Grillini allo sbando, incubo elezioni

Era facilmente prevedibile che Sergio Mattarella non avrebbe accettato a cuor leggero la caduta del governo da lui messo in piedi per far fronte all’impotenza dei partiti. E infatti il capo dello Stato ha respinto le dimissioni presentategli da Draghi dopo lo «strappo» dei grillini. Decisione ineccepibile: il governo ha ancora una larga maggioranza sia alla Camera che al Senato (dove l’altro ieri, senza i fedeli di Giuseppe Conte, ha raggiunto quota 172 sì alla fiducia).

Grillini allo sbando, incubo elezioni

Trattandosi quindi di un problema di natura politica e non parlamentare, Mattarella – respingendo le dimissioni – ha rinviato Draghi alle Camere per chiarire la situazione. Il dibattito ci sarà mercoledì e, come si può immaginare, queste sono e saranno giornate di fuoco. Cosa possiamo aspettarci?

© RIPRODUZIONE RISERVATA