Prima le scritte, poi i vandalismi. Lallio è nel mirino dei teppisti

Dopo gli imbrattamenti, danneggiati i bagni al Parco del Pascoletto. Rotto anche l’impianto di chiamata di un semaforo. Il sindaco: sono basita.

Prima le scritte, poi i vandalismi. Lallio è nel mirino dei teppisti

Lallio è finito di nuovo nel mirino dei vandali con alcuni raid che hanno visto coinvolto il Parco del Pascoletto e un impianto semaforico. Nei giorni scorsi il paese è stato vittima di una serie di graffiti realizzati da una mano ignota che, armata di bomboletta spray e pennarelli indelebili, ha riempito muri e pareti di scritte e «tag», delle firme usate a mo’ di pseudonimo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA