Un disturbo di origine comportamentale: ecco come fare

Un’altra puntata della rubrica «Amici con la coda».

Un disturbo di origine comportamentale: ecco come fare

Capita a molti proprietari di cani di constatare che il proprio amico a 4 zampe ha intrapreso un’abitudine decisamente disgustosa e alquanto tabù: la coprofagia, ovvero il vizio di mangiare gli escrementi. Perché lo fa? Innanzitutto le ragioni per cui il nostro compagno peloso arriva a questa poco piacevole pratica possono essere molteplici, e citando Wikipedia possiamo dire che «il comportamento coprofago è abituale nel cane il cui metabolismo provoca spesso carenze di sali minerali che necessitano di essere reintegrati rapidamente. Per questo il cane ingerisce escrementi propri o altrui. Anche le feci dei cavalli sono particolarmente appetibili per i cani». Per cui il primo consiglio che vi do è quello di parlarne con il vostro veterinario, al fine di escludere qualsiasi problema legato alla sua salute.

© RIPRODUZIONE RISERVATA