Corsa ai cantieri per il 2023, ecco le tre «zone calde» dell’estate

Lavori pubblici Brembilla: «Molte opere si giocheranno in anticipo per non interferire con la Capitale della cultura». I nodi di via S. Giovanni, via Zanica e viadotto.

Corsa ai cantieri per il 2023, ecco le tre «zone calde» dell’estate
Via San Giovanni resterà chiusa con ogni probabilità per tutto il mese di giugno
(Foto di Bedolis)

La cartina della città pullula di punti-cantiere. E non siamo ancora al clou, visto che i motori si stanno scaldando in vista dell’estate, la stagione «calda» per le opere, soprattutto stradali. L’assessore ai Lavori pubblici Marco Brembilla è già in trance agonistica: «La macchina si è messa in moto, perché dobbiamo giocare in anticipo per non interferire con la Capitale della cultura del 2023 ». La sfida è ardua: una città sgombra da cartelli «lavori in corso», deviazioni e mezzi, per essere a misura di visitatori e turisti. «Ci portiamo avanti con le zone non interessate dalla presenza delle scuole, e quindi del traffico collegato. Poi, nei mesi estivi, con la fine delle lezioni e il calo delle presenze in città, partiranno i cantieri stradali più impegnativi. Ma la sfida di concludere quanto ci siamo prefissati non dipende solo da noi: per la nuova rotatoria all’incrocio con via Carnovali, ad esempio, siamo in attesa del via libera da parte della società Autostrade per avviare il cantiere».

© RIPRODUZIONE RISERVATA