Dalla Regione 106 milioni per la sanità: nove arriveranno nella Bergamasca

A beneficiarne saranno le Asst, le Ats, le fondazioni Ircss (ricerca) e l’Areu. Manutenzioni, riqualificazioni, opere urgenti, messa in sicurezza e acquisto nuovi macchinari.

Dalla Regione 106 milioni per la sanità: nove arriveranno nella Bergamasca

Nove milioni e 230 mila euro. Per la sanità bergamasca arriveranno nuove risorse dalla Regione, da spendere con interventi mirati su temi precisi: manutenzione, riqualificazione e opere urgenti, messa in sicurezza (soprattutto antisismica e antincendio), acquisto di macchinari e strumentistica ad alta tecnologia per sostituire quella giunta a «fine vita» . È quanto prevede il «programma regionale straordinario degli investimenti per la sanità», approvato lunedì 21 giugno dalla giunta di Palazzo Lombardia su proposta di Letizia Moratti, vicepresidente oltre che assessore al Welfare. Il totale dei fondi messi sul piatto, nell’ottica di una risposta di sistema che contribuisca sì alla lotta contro il Covid ma – soprattutto – guardi anche oltre ammonta a 106,5 milioni di euro, di cui appunto 9.230.000 per le realtà della Bergamasca; quello orobico è il terzo stanziamento più consistente tra le province lombarde, dopo quelli per il Bresciano (21.430.000 euro) e per il Milanese (47.578.800 euro).

© RIPRODUZIONE RISERVATA