«Mio figlio Carlo, solare e sempre sorridente. Pensavo a un nipotino, siamo distrutti»

Disperata la madre di Carlo Paoli, commercialista morto a 39 anni. La moglie in lacrime ha voluto vedere il luogo dell’incidente e posare delle rose bianche

«Mio figlio Carlo, solare e sempre sorridente. Pensavo a un nipotino, siamo distrutti»
Carlo Paoli

Due dolori inimmaginabili, due donne che hanno perso l’amore della vita: per una il marito sposato appena due mesi fa, per l’altra l’unico adorato figlio. Carlo Paoli, il commercialista di Monterosso morto ad appena 39 anni in un incidente in moto venerdì mattina, ha lasciato un vuoto incolmabile in tutti quelli che hanno avuto la fortuna di conoscerlo. Ma per la moglie Silvia Mora e la mamma Monica Meroli è un dolore insopportabile: in queste ore sono strette dall’abbraccio dei tanti amici e parenti che anche ieri si sono alternati per tutta la giornata nell’appartamento di via Goisis dove viveva la coppia. Carlo e Silvia si erano sposati a settembre al santuario di Levate, paese di origine di lei, e avevano tanti progetti: nel loro futuro insieme c’erano dei figli e Carlo aveva coronato il sogno di mettersi in proprio e aprire il suo studio, in via Masone, insieme al collega Giacomo Andreoletti. Silvia ieri mattina ha voluto andare sul luogo dell’incidente, in viale Giulio Cesare all’incrocio con via Pietri, per lasciare dei fiori nel punto in cui Carlo ha perso la vita.

© RIPRODUZIONE RISERVATA