«Non mi è rimasta più nemmeno una zappa». Aperta una raccolta fondi per l’azienda agricola bruciata

Bergamo. L’incendio l’altra notte alla Demetra in via Guerrazzi al Villaggio degli Sposi. Danni per circa settantamila euro. L’ombra del dolo sul rogo. Partita una raccolta fondi su Gofundme. Si muove l’associazione «Per il Villaggio».

«Non mi è rimasta più nemmeno una zappa». Aperta una raccolta fondi per l’azienda agricola bruciata
Dario Teani, gestore dell’azienda
(Foto di Bedolis)

«Non mi è rimasto neppure un paio di forbici per potare una pianta né una zappa per rivoltare la terra». È sconfortato Dario Teani, 42 anni, contadino e gestore dell’azienda agricola Demetra di via Guerrazzi 22 al Villaggio degli sposi a Bergamo . Nella notte tra lunedì 23 e martedì 24 gennaio intorno alle 2,30 un incendio ha completamente distrutto il piccolo deposito e la struttura in legno destinata alla vendita dei prodotti della terra che Teani e la sua famiglia coltivavano con modalità strettamente biologiche. Un rogo che farebbe pensare a un’azione dolosa, secondo una prima valutazione del gestore, e che ha provocato danni per più di 70mila euro. Più prudenti le valutazioni dei carabinieri che stanno indagando e che sono intervenuti con i vigili del fuoco di Bergamo e di Madone, secondo cui al momento non ci sarebbero indizi sufficienti che facciano ipotizzare l’intervento della mano di qualche malintenzionato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA