Rischio riciclaggio, boom di segnalazioni. La Bergamasca supera i livelli pre Covid

Secondo i dati della Banca d’Italia, nel 2021 la nostra provincia ha registrato 1.952 segnalazioni per operazioni sospette contro le 1.823 del 2019. La Lombardia è la regione il maggior incremento di alert: +23,3%.

Rischio riciclaggio, boom di segnalazioni. La Bergamasca supera i livelli pre Covid

Anche l’economia «grigia» ha ripreso a correre. Perché la pandemia aveva frenato pure gli affari sporchi, ma ora il rimbalzo è addirittura superiore ai livelli pre-Covid. È l’allarme che scorre tra i numeri di un recente report dell’Unità di informazione finanziaria (Uif) della Banca d’Italia, l’«intelligence» di Palazzo Koch che si dedica all’analisi dei flussi di denaro: lo scorso anno le segnalazioni di operazioni sospette per possibile riciclaggio sono schizzate alle stelle, anche in Bergamasca. Nel 2021 in provincia di Bergamo si sono contati 1.952 «alert» (di cui 1.042 tra gennaio e giugno e 910 tra luglio e dicembre), in crescita del 27% rispetto ai 1.537 del 2020. Non solo: il dato del 2021 è il più alto dal 2009 a oggi, cioè da quando sono disponibili le statistiche dell’Uif.

© RIPRODUZIONE RISERVATA