«Salviamo il bus in Borgo Santa Caterina», la battaglia di Natalina continua

Il caso Dopo aver raccolto oltre 400 firme, la residente di 90 anni non demorde: «Credo che una soluzione si possa comunque trovare». Gori: «Senso unico inevitabile».

«Salviamo il bus in Borgo Santa Caterina», la battaglia di Natalina continua

Natalina Rapizza ha 90 anni e, n onostante i lavori per il rifacimento e l’allargamento dei marciapiedi di Borgo Santa Caterina siano praticamente partiti, con tenacia e perseveranza, continua a portare avanti la sua battaglia per mantenere il passaggio dell’autobus lungo la stessa via in entrambi i sensi di marcia. Battaglia che porta avanti ormai da un anno . Dallo scorso agosto infatti Natalina sta andando porta a porta per raccogliere le firme in favore del mantenimento del doppio senso di marcia del bus - che «è necessario per gli abitanti del quartiere - dice -, in particolar modo per gli anziani» - anche dopo i lavori di riqualificazione con riduzione della carreggiata e l’istituzione del senso unico di marcia nella via. In tutto ne ha raccolte 407 e le ha consegnate lo scorso novembre all’Ufficio Protocollo del Comune. «Dopo 4 mesi e mezzo - spiega Rapizza - non avevo ricevuto risposta».

© RIPRODUZIONE RISERVATA