Settimana diocesana, un patrimonio di grande cultura «nella città di tutti»

15-23 aprile 2023 Musei, chiese, comunità religiose apriranno le porte. Don Rigamonti «L’idea è nata dal dialogo con istituti culturali e parrocchie». Monsignor Nozza: «C’è una grande ricchezza di proposte».

Settimana diocesana, un patrimonio di grande cultura «nella città di tutti»
La presentazione della Settimana diocesana della cultura
(Foto di Colleoni)

Aprire le porte di musei, chiese, comunità religiose per essere «Nella città di tutti»: è questo il filo conduttore della Settimana della cultura della diocesi presentata sabato 21 maggio alla Casa del Giovane davanti a un folto pubblico di operatori pastorali delle parrocchie. Come ha spiegato don Fabrizio Rigamonti, direttore dell’Ufficio diocesano della cultura, «è stato proprio il dialogo con gli istituti culturali e con i collaboratori delle parrocchie a far nascere l’idea di dare vita su tutto il territorio della nostra diocesi a una speciale iniziativa nella quale le diverse esperienze culturali delle comunità, delle istituzioni religiose e delle associazioni possano insieme aprire, nei medesimi giorni, le loro porte, e formulare un invito festoso e una piccola proposta per tutti». Concerti, mostre, film, spettacoli, visite guidate alle opere d’arte: sono moltissime le forme in cui si potrà declinare la creatività di ogni comunità, anche «con una piccola azione - precisa don Fabrizio - destinata a diventare un tassello in un mosaico più grande».

© RIPRODUZIONE RISERVATA