Parcheggio Fara, a ottobre si riparte con i lavori. Respinto il nuovo ricorso

I lavori, fermi da fine 2019, assegnati a un consorzio riminese. Sarà pronto non prima di metà 2023. E il Tar stoppa la Rota Nodari.

Parcheggio Fara, a ottobre si riparte con i lavori. Respinto il nuovo ricorso

Sarà il Consorzio artigiani romagnolo di Rimini a concludere il cantiere del parcheggio della Fara. O almeno a provarci, visti i precedenti. Il Cda di Bergamo Parcheggi ha aggiudicato i lavori: da lunedì sono così partiti, come previsto dal codice degli appalti, i 35 giorni di «stand still» durante i quali tutto si ferma a tutela di eventuali diritti di altri concorrenti. Bocche cucite sul ribasso presentato dall’impresa romagnola, ma non dovrebbe essere inferiore al 25%: si sa invece che rispetto ai 350 giorni lavorativi del bando ne sono stati offerti 310. Calcolando lo «stand still», la presentazione della documentazione (fideiussioni comprese), la presa di possesso del cantiere e l’organizzazione del medesimo, la ripresa dei lavori è prevista per ottobre. Erano stati interrotti alla fine del 2019. T

© RIPRODUZIONE RISERVATA