Ponte all’ingresso della Val Imagna Guarda il video della demolizione

Ponte all’ingresso della Val Imagna
Guarda il video della demolizione

Dalla serata di venerdì 10 maggio alle 6 di sabato 11 maggio la provinciale della Valle Imagna, in località Cabrozzo di Strozza, è chiusa al traffico per consentire la demolizione del portale della tramoggia che un tempo veniva utilizzata da Italcementi.

Si tratta di un manufatto in cemento armato che sovrasta un tratto di strada provinciale dove, dall’autunno, sono in corso i lavori di ampliamento della sede stradale. Un intervento su 600 metri di strada che costerà circa 500 mila euro, a carico dell’Amministrazione provinciale, che dovrebbe concludersi complessivamente la prossima estate. Guarda la diretta della demolizione.

La carreggiata sarà allargata fino a sette metri e la curva verrà ridisegnata, in modo da rendere più sicuro questo tratto di strada. Nelle prime settimane di cantiere la viabilità sulla provinciale della Valle Imagna aveva subìto alcuni rallentamenti. Poi si è provveduto a regolare la tempistica dei semafori e i disagi sono stati contenuti. Ancora oggi, comunque, la sera, inevitabilmente, nei pressi di Cabrozzo, si formano code.

La demolizione del manufatto comporta la chiusura totale della strada per tutta la notte. Il traffico diretto e proveniente dalla Valle Imagna, quindi, sarà deviato sulle strade provinciali alternative che portano a Laxolo di Brembilla e Sedrina, oppure si potrà passare da Roncola e Costa Imagna.

«Una volta demolito il portale della tramoggia - spiega Matteo Centurelli, del settore Viabilità della Provincia - si provvederà ai lavori sui muri prima e dopo il manufatto. Il senso unico alternato con semaforo rimarrà quindi ancora per circa due settimane. A quel punto verrà tolto e la viabilità tornerà a doppio senso di marcia». «Si dovrà valutare poi come intervenire su un’altra struttura che si trova poco distante, sempre utilizzata un tempo dall’Italcementi – prosegue Centurelli –. Qui l’intervento sarà eseguito in estate. Riaprirà quindi il cantiere e tornerà il senso alternato ma per un tratto di strada comunque molto breve». Tra le richieste del Comune di Strozza alla Provincia c’era anche la realizzazione di un marciapiede sul lato di valle, dal bivio di Cabrozzo a salire. «Con i fondi di questo intervento non sarà possibile - continua Centurelli -. Si sta cercando di capire se saranno disponibili ulteriori risorse».


© RIPRODUZIONE RISERVATA