Zogno, container si stacca dal tir e piomba sulla pista ciclabile - Foto
Il container

Zogno, container si stacca dal tir
e piomba sulla pista ciclabile - Foto

L’autoarticolato transitava sull’ex statale e ha perso il carico all’altezza di una curva. L’incidente nella notte tra il 4 e il 5 marzo.

Un autoarticolato che arriva all’altezza di una curva e perde un container di 12 metri che trasportava, che cade dal mezzo pesante e finisce prima in strada per poi scivolare sulla pista ciclabile. Poteva essere una tragedia e, invece, l’incidente si è verificato notte tempo ed è solo per un caso fortuito se non è rimasto coinvolto nessuno. Sul posto i Vigili del fuoco di Zogno per quello che inizialmente sembrava essere il ribaltamento fuori strada di un mezzo pesante. La chiamata di allerta è stata fatta da alcuni residenti della zona, che hanno segnalato di essere stati svegliati, verso l’1,30 nella notte tra giovedì 4 marzo e venerdì 5 da un forte rumore in strada. L’incidente si è verificato in via Tiolo, sulla ex statale 470, circa un centinaio di metri prima di un concessionario di auto.

L’intervento dei vigili del fuoco

L’intervento dei vigili del fuoco

L’autotreno viaggiava in direzione dell’alta valle: non si sa se per la velocità o un guasto meccanico, sta di fatto che nel prendere la curva sulla sinistra il container che trasportava, che era vuoto, si è staccato ed è scivolato sull’asfalto, ha travolto il guardrail e ha continuato la caduta nel pendio sottostante fino a raggiungere la pista ciclabile, ha abbattuto anche qui le barriere di protezione per fermarsi poco sotto. Stando a quanto è stato possibile sapere sembrerebbe che l’autista si sia accorto di quanto avvenuto, perché testimoni hanno segnalato che hanno visto il mezzo, con il pianale vuoto, tornare indietro, verificare quanto successo e poi riprendere il viaggio.

Una fase del recupero

Una fase del recupero

Quando sono arrivati i Vigili del fuoco hanno effettuato una verifica scoprendo che non si trattava dell’uscita di strada di un camion ma del solo container, che ha terminato la corsa a valle appoggiandosi sulla scarpata sotto la ciclabile. I pompieri hanno spostato il guardrail divelto e pericolante, e hanno poi delimitato l’area, mentre la Provincia è stata avvisata per prendere i provvedimenti del caso. Il container è rimasto lì fino a ieri mattina verso le 10,30 quando sono cominciate le operazioni di rimozione.

Per l’occasione il cantiere di realizzazione del marciapiedi, avviato un mese e mezzo fa sulla comunale per Camanghè, è stato fermato, il tempo di consentire il transito e permettere di utilizzarla in alternativa alla statale, chiusa per le operazioni di recupero del container. A presidiare la sicurezza della zona tre postazioni: Polizia locale con protezione civile ad Ambria, Polizia locale e protezione civile dove è uscito di strada il container e carabinieri alla rotatoria di Zogno. Il container è stato imbragato con speciali attrezzature dalla ditta Zambelli e caricato, con una grossa gru, su uno speciale carro attrezzi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA