Mercoledì 12 Febbraio 2014

Turismo Bergamo

e Iat sono alla Bit

Quattro padiglioni, una formula completamente rinnovata, una partnership strategica con Expo 2015 e la straordinaria offerta turistica italiana. In una parola: Bit, la Borsa Internazionale del Turismo, che si terrà a Fieramilano a Rho da giovedì 13 a sabato 15 febbraio.

Non solo una vetrina per gli operatori del settore, ma un luogo di incontro per stringere accordi e alleanze. Non a caso alla kermesse saranno presenti i più importanti tour operator internazionali trainati dal forme richiamo di Expo.

All’appuntamento non mancheranno la nostra città e la provincia: Turismo Bergamo, con il presidente Luigi Trigona, l’assessore al turismo della Provincia Giorgio Bonassoli, i rappresentanti delle varie Iat delle valli orobiche, Promoisola e Promoserio.

Bergamo e la provincia saranno ospitati nello stand della Regione Lombardia, in particolare nell’area delle città d’arte con un occhio alla promozione enogastronomica locale.

Nel corso della tre giorni è prevista la partecipazione a workshop; contestualmente saranno presentati i dati relativi ai flussi turistici dello scorso anno: una sorta di bilancio, al quale si accompagnerà l’annuncio delle prossime iniziative.

Dopo la Bit, Turismo Bergamo prenderà parte a due nuove fiere del settore che si svolgeranno a Berlino (Itb dal 5 al 9 marzo) e a Klagenfurt (Gast dal 16 al 19 marzo), a conferma dell’occhio di riguardo verso il mercato tedesco.

La nostra città ha ottime chance quest’anno visto che i trend di viaggio del 2014 svelati in anteprima da Bit pone ai primi posti i city break.

La Lombardia punta sugli agriturismi: il Mantovano e l’Oltrepo tra le mete più gettonate. Tra le altre tendenze dell’outgoing, continuano ad andare forte i viaggi nelle capitali, nelle città d’arte e di charme, nonostante gli italiani spendano sempre meno in cultura. La nuova tendenza è all’Est, spaziando da grandi classici come Budapest, con il suo castello e le terme liberty, a new entry come Varazdin, città d’arte della Croazia, inclusa dal New York Times tra le destinazioni must di quest’anno.

Per il 2014, tra le motivazioni di viaggio che sconfiggono la crisi spiccano le lune di miele e i viaggi romantici. Una tipologia di vacanza che, tradizionalmente, predilige le destinazioni esotiche. Ai Caraibi, una delle mete più trendy è Anguilla, nelle Piccole Antille. La Repubblica Dominicana rimane un grande classico e punta a promuovere le località meno battute dal turismo di massa.

Nell’Oceano Indiano il must per i viaggi romantici sono le Seychelles: un arcipelago di 115 isole, tra atolli e antiche terre di granito. Più a Oriente, è la Thailandia la meta per eccellenza, nel Pacifico le Isole Cook. La meta del cuore per molti stranieri, invece, è proprio l’Italia. I turisti stranieri arrivano soprattutto dai mercati emergenti, dai paesi Bric (Brasile, Russia, India e Cina), dall’Europa dell’Est e dall’Argentina.

Quanto a itinerari romantici, a Bit la Toscana presenta in anteprima l’apertura completa del tratto della Via Francigena. Cultura e storia sono assi nella manica anche per Venezia e il Veneto. Ma la novità, per il turismo romantico in Italia, è il Mezzogiorno: dalla Puglia con la sua combinazione di resort di lusso, alla Calabria che alle spiagge aggiunge il Museo Archeologico con i Bronzi di Riace. A Bit 2014 il pubblico potrà accedere solo sabato 15 dalle 9.30 alle 18 (euro 5). Info www.bit.fieramilano.it

Emanuele Roncalli

© riproduzione riservata