• Lunedì 26 Giugno 2017
  • (0)

Incidenti in acqua: non sottovalutare le insidie di fiumi e laghi

L'estate è appena iniziata, ma già dobbiamo fare i conti con incidenti gravissimi nelle acque lombarde. Christian Belotti, 21enne di Mapello, ha perso la vita sabato nelle acque del Ticino, a Vigevano, dove si trovava per partecipare a un rave party (che è continuato anche dopo la scomparsa del giovane bergamasco). Probabilmente per trovare sollievo dalla calura opprimente, Christian si è immerso nel fiume, dal quale non è più riuscito a riemergere. Sempre sabato, ma a Sarnico, un 21enne residente a Castelli Calepio si è tuffato nel lago d'Iseo: probabilmente per un malore, per ben venti minuti è rimasto sott'acqua, e ora è ricoverato all'ospedale Papa Giovanni di Bergamo in prognosi riservata. Preparazione, cautela, e buon senso devono essere le regole da non dimenticare quando decidiamo di immergerci nelle acque di un fiume o di un lago, che spesso nascondono non poche insidie.

Altri articoli
Guarda gli altri video