• Mercoledì 20 Maggio 2020
  • (0)

Omicidio a Bonate Sopra, figlio uccide la madre

Una nuova tragedia familiare. Ancora un figlio che ha ucciso la mamma al culmine di una lite. E' accaduto ieri sera vverso le 21,30 a Bonate Sopra. Gian Paola Previtali, 66 anni, è stata accoltellata al torace con numerosi colpi, con un coltello da cucina ritrovato sul posto, ai piedi del tavolo dove anche ieri sera, i due avevano cenato insieme. Il figlio Francesco Villa, 39 anni, è stato trovato ferito nel tentativo di togliersi la vita, accanto alla mamma, nella villetta di famiglia, in via Lesina. La donna era vedova da anni del marito Gianni e aveva tre i figli. L' autore dell' omicidio è il secondogenito, magazziniere, da qualche anno separato dalla moglie e la rottura del matrimonio - secondo le prime testimonianze - aveva creato in lui uno stato di depressione, anche se non era mai stato violento con nessuno. Francesco vive a pochi passi dalla villetta dei genitori e ogni sera andava a cena dalla mamma. Ieri, dopo aver mangiato, ha perso il controllo e l'ha uccisa. Ad accorgersi delle urla il fratello che vive accanto e che è accorso immediatamente, ma comunque troppo tardi. Sul posto due ambulanze e i carabinieri di Ponte San Pietro. I soccorritori hanno cercato di rianimare la donna, inutilmente. È morta poco dopo. Francesco è stato portato all' ospedale «Papa Giovanni XXIII» di Bergamo: operato non è grave. Per lui è scattato il fermo che ora dovrà essere convalidato dal gip. L'accusa è di omicidio volontario, forse aggravato da futili motivi. Simona Befani

Guarda gli altri video