• Venerdì 17 Giugno 2016
  • (0)

Paola racconta la storia di Clo’eT
«Un laboratorio d’idee. Fatte con le mani»

«Sono una ragazza di quasi 33 anni che ha scelto Bergamo, l’ha adottata, perchè quando arriva in treno da Crema per raggiungere l’Università vedeva lo scorcio di Città Alta. E se n’è innamorata». Paola Francesca Denti inizia in terza persona a raccontarsi e a raccontare Cloe’T: «Sono una designer che cerca di creare cose differenti - spiega -. Sulla porta del mio nuovo laboratorio c’è una scritta: “Qui non si vendono oggetti, ma concetti». Perchè? «Tutto parte da storie che si vogliono raccontare». E difficile è raccontare cosa significa un laboratorio: «Bisogna pensare all’impegno, alle infinite ore di progettazione». Di pezzi che «sono stati creati con le mani, pezzi unici». E poi «il mio sogno? Imparare a saldare». E detto da lei sembra poetico anche questo.

Redazione Web

Altri articoli
Guarda gli altri video