Venezia
Venezia fragile Difendiamola

Venezia fragile
Difendiamola

Le immagini di Venezia riemersa sconvolta dalla terribile notte tra martedì e mercoledì sono immagini che ci feriscono e ci lasciano ammutoliti. Venezia infatti è una città che ci appartiene, che sentiamo come un tesoro nostro. Un qualcosa di straordinariamente prezioso, per il mondo e anche per ciascuno di noi. …

Venezia fragile
Difendiamola

Le immagini di Venezia riemersa sconvolta dalla terribile notte tra martedì e mercoledì sono immagini che ci feriscono e ci lasciano ammutoliti. Venezia infatti è una città che ci appartiene, che sentiamo come un tesoro nostro. Un qualcosa di straordinariamente prezioso, per il mondo e anche per ciascuno di noi. Venezia incarna l’idea di una bellezza che non avrebbe dovuto e potuto esistere; perché costruire una città in quelle condizioni è qualcosa che dice delle capacità dell’uomo di rendere reale l’inimmaginabile. Ma Venezia ha un’altra caratteristica unica e irripetibile: pur nascendo come espressione di un atto di intelligenza e anche di potenza dei tanti che nei secoli l’hanno fatta essere quella che è, resta un qualcosa di ultimamente fragile. Se amiamo Venezia di un amore speciale e diverso è proprio perché sappiamo che la sua bellezza ha a che fare con questa sua intima fragilità. È la fragilità delle sue architetture immaginate come texture gentili; è quella delle sue cupole e dei suo campanili che disegnano uno dei più begli skyline del mondo. È una città quasi fuggitiva, che guardiamo come a qualcosa che non sarà per sempre.

Successivo