Roma
Le minacce dell’Isis Il ruolo dell’Italia

Le minacce dell’Isis
Il ruolo dell’Italia

Le organizzazioni che seguono la propaganda jihadista censiscono ogni giorno minacce e annunci di prossimi attacchi e distruzioni. Site, l’osservatorio forse più attento al mondo, riporta in queste ore che gli islamisti vogliono dare la caccia agli agenti Cia e Mossad in Iraq, vendicarsi dei russi che bombardano Idlib, colpire …

Le minacce dell’Isis
Il ruolo dell’Italia

Le organizzazioni che seguono la propaganda jihadista censiscono ogni giorno minacce e annunci di prossimi attacchi e distruzioni. Site, l’osservatorio forse più attento al mondo, riporta in queste ore che gli islamisti vogliono dare la caccia agli agenti Cia e Mossad in Iraq, vendicarsi dei russi che bombardano Idlib, colpire il Governo del Camerun, distruggere la rete elettrica in Iraq, seminare il terrore in Congo. Alcune di queste cose purtroppo succedono, molte per fortuna no. Il che non cambia la realtà dei fatti: da molti mesi l’Isis e le altre formazioni terroristiche mostrano evidenti segni di ripresa in Siria e Iraq e da anni allargano il proprio raggio d’azione in Africa.
Tutto questo per mettere nella giusta prospettiva le minacce che all’Italia, e personalmente al ministro degli Esteri Di Maio, sono state rivolte da Al-Daba, il sito di propaganda dell’Isis. In altre parole: un gesto di violenza è sempre possibile (circolano sulla Rete, in particolare sui canali Telegram russi, voci di attentati in Italia, Francia e Spagna) ma non dobbiamo immaginare che da qualche parte, in un calcinato deserto mediorientale, si svolgano riunioni per organizzare l’invasione dell’Italia (la «presa di Roma» di cui l’Isis farnetica da un decennio) o il rapimento di Di Maio. Ma non per questo dobbiamo essere meno preoccupati. Perché la cosa che davvero conta è il senso politico di certe affermazioni, e questo è realmente minaccioso.

Italia campione d’Europa, l’arrivo in aeroporto a Roma. Nel pomeriggio da Mattarella e Draghi - Foto e video

Italia campione d’Europa, l’arrivo in aeroporto a Roma. Nel pomeriggio da Mattarella e Draghi - Foto e video

Il rientro alle 6 a Fiumicino. Nel pomeriggio la squadra di Mancini salirà al Quirinale dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella e poi a …
Precedente Successivo