Lunedì 11 Luglio 2011

Bergamo, quella doppia corsia
che d'estate sparisce: perché?

Cari amministratori, stare mezz'ora in fila in auto di questi tempi è poco piacevole. E allora perché d'estate viene tolta al mattino la doppia corsia di ingresso a Bergamo dalla Valle Brembana. È l'appello lanciato da un nostro lettore.

La lettera

«Buongiorno,
vi scrivo a proposito di un problema cronico legato al traffico mattutino in entrata a Bergamo con provenienza valli bergamasche e in particolare quello legato al flusso proveniente dalla Valle Brembana.

Che la congestione legata al traffico lavorativo sia un problema difficile da risolvere è questione già nota, ma nel caso della Valle Brembana esiste la possibiltà (sfruttata solamente durante il peridodo scolastico) di dedicare, al traffico in entrata, una doppia corsia all'altezza del semaforo della Maresana.

Durante il peridodo scolastico, e quindi in presenza della doppia corsia, i tempi di percorrenza del tratto Petosino-Bergamo, in un orario compreso tra le 7.30 e le 8.30, si aggirano mediamente intorno alla mezz'ora, cosa che vale tutt'oggi, a scuole chiuse e con il ritorno alla singola corsia in entrata.

Se la seconda corsia fosse operativa anche durante il periodo non scolastico, i tempi potrebbero essere notevolmente diminuiti, senza creare disagio al flusso in uscita da Bergamo.

Quindi non si capisce perché questa scelta venga abbandonata nel periodo estivo. Soprattutto in considerazione delle temperature di questi giorni, restare mezz'ora in colonna è tutt'altro che piacevole, senza considerare tutte le varie implicazioni a livello di inquinamento.

Perché non mantenere quindi la doppia corsia anche durante l'estate? Scrivo alla vostra redazione dopo avere chiesto spiegazioni anche al Comune di Bergamo, pur non conoscendo in realtà se la competenza legata alla doppia corsia sia del Comune stesso o, ad esempio, di un comune limitrofo (Ponteranica?).

Grazie in anticipo per l'attenzione.
Buona giornata e buon lavoro»
Adriano

r.clemente

© riproduzione riservata