Domenica 29 Aprile 2012

Nuovo ospedale, Cgil all'attacco:
«Si faccia un elenco con tutti i problemi»

Un elenco senza troppi fronzoli, con ogni singolo problema del Nuovo Ospedale. È questa la richiesta della Cgil Bergamo, espressa a chiare lettere dal segretario generale, Luigi Bresciani. E per uscire dall'impasse in cui si trova la struttura ospedaliera è necessario agire velocemente: «Deve essere fatto un elenco delle cose che non vanno, capire come risolverle e in quanto tempo, arrivando al collaudo e al trasloco – spiega Bresciani -. Mi sembra che da questo punto di vista il direttore abbia parlato chiaro, il trasloco si farà entro ottobre. Su questo, come sindacato, siamo disponibili a lavorare». I tempi si fanno stretti, anche perché i dipendenti, in un luogo di lavoro in via di «trasferimento», sono in un limbo: «I lavoratori si trovano in una situazione di stress – continua Bresciani -. Con l'aspettativa del trasloco, nella vecchia struttura di via Statuto non si è più fatto nulla. Anche per questo è necessario che il trasloco venga fatto al massimo agli inizi di novembre».

Per individuare i responsabili dei disagi c'è tempo: «Per le situazioni di criticità che ci sono, devono essere individuate le responsabilità, ma prima o dopo è relativo – conclude Bresciani -. Non è possibile che ogni giorno salti fuori qualche cosa, anche se in un cantiere così grande può succedere. L'obiettivo che dobbiamo avere tutti è arrivare il prima possibile al collaudo».

Per saperne di più leggi L'Eco di Bergamo del 29 aprile

fa.tinaglia

© riproduzione riservata