Martedì 11 Dicembre 2012

I lavori sono al rush finale
La strada del lago riapre il 21

Con l'obbligo del condizionale e profezia Maya permettendo, venerdì 21 dicembre dovrebbe riaprire la strada del lago. Per il tratto tra Riva di Solto e Castro il via libera potrebbe arrivare anche in anticipo: sull'agenda della Provincia c'è un punto di domanda su martedì 18 e mercoledì 19, perché i lavori di messa in sicurezza della litoranea nella zona dell'Orrido sono più avanti rispetto a Portirone, frazione di Parzanica, dove il «monolocale» franato il 15 novembre è già stato demolito e sgomberato, ma per completare l'intervento serve ancora tempo.

Al più tardi, comunque, venerdì 21 dicembre va bene sia per Portirone che per Castro. La conferma è arrivata lunedì 10 dicembre dagli uffici della Viabilità di Via Tasso, dove il dirigente Renato Stilliti ha riunito i tecnici e le imprese al lavoro sui due fronti per fare il punto e decidere.

«Lo sgombero del materiale a Portirone è completato, ma proseguono le verifiche sulle pareti sovrastanti per capire com'è messo il fronte, per disgaggiare e bonificare le porzioni di roccia instabile, per posare nuove reti paramassi e aggiustare quelle ancora utilizzabili. A Castro, invece, l'intervento sulle pareti dell'Orrido è più complesso proprio per le caratteristiche delle pareti molto verticali. Comunque, il bel tempo di questi giorni ci dà una mano e confidiamo di poter stare nel cronoprogramma ormai tracciato».

Dal lago, intanto, le mamme dei ragazzi di Tavernola, Vigolo, Parzanica, ma anche qualcuna di Predore e Sarnico, chiedono alla Provincia una risposta impossibile: una volta riaperta, la strada sarà sicura e potremo mandare i nostri figli alle superiori a Lovere senza dover pregare San Carlo Borromeo oppure no? Stilliti scuote la testa.

Leggi di più su L'Eco di martedì 11 dicembre

m.sanfilippo

© riproduzione riservata