Venerdì 21 Dicembre 2012

Riuniti, non ci sono più malati
Per ora restano gli ambulatori

Addio Riuniti, si volta pagina. Da ieri nel vecchio ospedale non ci sono più degenti: l'ultimo malato ha lasciato largo Barozzi alle 13,38 ed è arrivato cinque minuti più tardi al nuovo Papa Giovanni XXIII.

Ma il vecchio ospedale non si spegne del tutto. Per ora. Alla dismissione totale dei vecchi Riuniti mancano ancora un paio di mesi e varie attività resteranno qui nella fase di transizione.

In particolare, rimangono nella vecchia sede di largo Barozzi quasi tutti gli ambulatori: il trasloco di queste attività – una cinquantina in tutto – avverrà infatti tra il 7 e il 14 gennaio. Solo dopo la metà del mese prossimo, dunque, tutti gli ambulatori saranno operativi nella sede del nuovo ospedale alla Trucca. Al momento sono già al Papa Giovanni XXIII soltanto la dialisi, e gli ambulatori e il day hospital di oncologia ed ematologia. Anche il Cup resterà in largo Barozzi, o meglio: per tutta la durata del trasferimento, fino al 14 gennaio, sarà attivo in entrambi gli ospedali. Prenotazioni di persona sono possibili in entrambi i Cup.

Al nuovo ospedale Papa Giovanni XXIII i Cup di ciascuna delle sette torri che compongono la struttura saranno attivati man mano che gli ambulatori si sposteranno al Papa Giovanni: proprio per questo il Cup della torre 6 è già attivo (l'attività ambulatoriale dell'oncologia ed ematologia è iniziata al Papa Giovanni lunedì 17 dicembre). Al Cup centrale del Papa Giovanni sono già attivi due sportelli, sia per registrare ricoveri sia per prenotare visite ed esami.

Chi deve ritirare i referti deve prestare particolare attenzione. Dal 27 dicembre gli sportelli del Cup di largo Barozzi dedicati al ritiro dei referti (ingresso 28) verranno chiusi. Da quella data nella sede del vecchio osedale di largo Barozzi i referti saranno disponibili per il ritiro solo al Cup centrale. Contemporaneamente, alla Trucca, verrà attivato uno sportello al Cup centrale del Papa Giovanni XXIII (ingresso 32, piano terra). Dal 7 gennaio gli sportelli attivi al nuovo ospedale dedicati al ritiro dei referti, diventeranno due. Il 24 e 31 dicembre tutti gli sportelli chiuderanno alle 13.

In largo Barozzi ci sono poi altre attività che saranno trasferite successivamente, con data ancora da definire. Tra queste ci sono il Centro prelievi che fino al 27 dicembre accetterà soltanto gli esami prenotati, mentre dal 27 dicembre riprenderà la sua attività normalmente e resterà operativo a Largo Barozzi fino a nuova comunicazione.

Restano nella vecchia sede di largo Barozzi anche la Centrale di sterilizzazione, il Centro trasfusionale, la Farmacia (ambulatori di preparazione non aperti al pubblico), alcuni laboratori non aperti al pubblico e la sala operativa 118. Per quest'ultima il trasferimento è a cura dell'Areu (Azienda regionale emergenza urgenza) e dovrebbe avvenire nel corso del prossimo anno: ma per gli utenti non cambia niente, visto che il rapporto tra la sala operativa e i cittadini è soltanto telefonico, tramite il numero d'emergenza 118.

Leggi di più su L'Eco di Bergamo del 21 dicembre

r.clemente

© riproduzione riservata