Mercoledì 18 Dicembre 2013

Accoltellò un giovane di Canonica

Condannato a 8 anni e 4 mesi

Il tribunale di via Borfuro a Bergamo

Condanna di otto anni e quattro mesi per tentato omicidio: è l’esito dell’udienza preliminare a carico di Abderrahim Balhaj, il marocchino di 48 anni accusato di aver colpito con due coltellate Giuseppe Manera, 30enne di Canonica, la scorsa estate a Treviglio.

Sentenza emessa, mercoledì 18 dicembre, dal giudice Alberto Viti con rito abbreviato (pena, dunque, scontata di un terzo). L’episodio risale all’8 agosto, nelle vicinanze del bar «Mauro» a Castel Cerreto di Treviglio.

In estrema sintesi, l’extracomunitario si era presentato più volte nel locale quel giorno e alle 19,30 era stato allontanato perché, visibilmente ubriaco, infastidiva avventori e personale. Il marocchino era però rimasto nei paraggi e tra l’altro aveva minacciato la barista di fargliela pagare dopo la chiusura.

Verso mezzanotte, vedendolo fuori dal bar, due avventori - tra i quali Manera - avevano tentato di avvicinarlo per invitarlo a desistere dai suoi propositi. La discussione era però degenerata e il 30enne era stato ferito da una coltellata all’addome con fuoriuscita dell’intestino. Ricoverato in Rianimazione, se l’era cavata.

© riproduzione riservata