Giovedì 08 Maggio 2014

Alpini, adunata a Pordenone
Da Bergamo partono in 4 mila

Gli alpini bergamaschi all'adunata di Piacenza, lo scorso anno

A Pordenone i primi alpini bergamaschi sono arrivati già domenica scorsa, non per iniziare una settimana di festa, ma per lavorare. Da tradizione, infatti, in occasione dell’adunata nazionale, quest’anno la 87a, l’Ana dona alla città ospite alcuni interventi realizzati dai suoi uomini, come segno duraturo della presenza che a partire da domani sconvolgerà la cittadina friulana, alla sua prima esperienza.

È quasi incredibile che in questa terra alpina ancora non sia stata organizzata una adunata, e i pordenonesi, per quanto preparati, non possono immaginare che cosa significhi essere invasi dal popolo amichevole degli alpini. Da Bergamo in totale partiranno 4 mila alpini.

«Siamo in un luogo dove molti hanno svolto la naja nelle truppe alpine – dice Giacomo Picenni, capogruppo di Comun Nuovo e capocantiere dell’intervento in corso a Villa Cattaneo –. Le vie sono tutte imbandierate, le vetrine piene di tricolori e l’atmosfera molto piacevole». Da mattina a sera, con altri sei bergamaschi dei gruppi di Celadina, Comun Nuovo e Brignano, Picenni è impegnato nella villa settecentesca, sottoposta a recente restauro. «I bergamaschi sono bravissimi ed instancabili – dice la responsabile dei lavori Flavia Bomben –. Hanno sistemato il verde, realizzato due aiuole, ripristinato i percorsi in ghiaietto e ricollocato quattro statue che giacevano in magazzino da tempo».


Leggi di più su L’Eco di Bergamo dell’8 maggio

© riproduzione riservata