Lunedì 22 Ottobre 2012

Ancora caldo anomalo, ma...
Perturbazione artica in arrivo

Ancora caldo anonalo su tutta l'I'talia, ma una perturbazione artica minaccia il weekend. Lo dicono gli esperti di 3bmeteo.com: «Temperature oltre la media di 5-8°C per 5 giorni; nel weekend pioggia e anche freddo al Nord. In Europa nevicate e gelate».

Il caldo fuori stagione dunque continuerà per buona parte della settimana, con temperature più consone ai primi di settembre che a fine ottobre. Da 3bmeteo.com Edoardo Ferrara spiega: l'anomalia termica durerà almeno altri 5 giorni a causa della continua risalita di aria calda dal Nord Africa, con temperature che raggiungeranno i 22-24°C al Nord, contro una media di 16-18°C, i 24-25°C al Centro, a fronte di una media di 18-20°C, ed i 25-26°C al Sud contro una media di 20-22°C.

Caldo praticamente estivo sulle Alpi, da record assoluto in quota, con temperature che sfioreranno i 20°C a 1500m, 24°C nei fondovalle e zero termico oltre i 3500m; si tratta di temperature superiori alla media anche di oltre 10°C. Tra le città più calde nei prossimi giorni Bolzano, Milano, Bologna, Firenze, Napoli, Reggio Calabria, Catania, Foggia; classica ottobrata romana sulla Capitale, che raggiungerà i 25°C.

«Qualche rovescio o temporale interesserà le isole maggiori, lambendo appena anche Lazio e Campania; sul resto dell'Italia prevarrà il Sole, con possibilità per le ultime tintarelle all'aria aperta - prosegue Ferrara di 3bmeteo.com - ma attenzione ai banchi di nebbia che potranno a tratti ridurre la visibilità su Pianura Padana, vallate del Centro e versanti adriatici nelle ore più fredde della giornata».

Rischiamo dunque una lunga fase mite e secca come ottobre 2011? No perchè a fine mese si cambierà nettamente registro. «Nel weekend è infatti atteso un deciso cambiamento del tempo, per l'arrivo di una fredda perturbazione dal Nord Europa, con piogge e temporali sparsi dapprima al Nord, poi verso il Centrosud - concludono da 3bmeteo.com -.Arriverà anche aria molto più fredda dall'Artico, che farà crollare le temperature soprattutto al Nord, dove si perderanno oltre 10-12°C, con la neve che tornerà sulle Alpi fino alle quote medie. L'Europa centro-settentrionale piomberà invece in un precoce Inverno, con freddo intenso dalla Germania, a Polonia, Ucraina e tutta la Scandinavia, dove le temperature scenderanno sottozero e si potranno avere rovesci di neve a tratti fino in pianura».

r.clemente

© riproduzione riservata